La Normativa

Le fonti normative riguardanti il settore oeicolo sono molteplici.

A livello mondiale non esiste una uniformità di norme, ma esiste il CODEX ALIMENTARIUS che è l'nsieme di regole e di normative elaborate dalla Codex Alimentarius Commission, commissione istituita nel 1963 alla FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations) in collaborazione con l’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’ (OMS) che ha quale fine la protezione salute dei consumatori e assicurare la correttezza degli scambi internazionalidi tutti i prodotti alimentari. In particolare nel settore oleario opera il CONSIGLIO OLEICOLO INTERNAZIONALE che è una organizzazione intergovernativa unica al mondo, che riunisce i produttori, i consumatori e gli operatori del settore dell'olio di oliva e delle olive da tavola.

Il COI ha i seguenti scopi:

  • Favorire la crescita del commercio internazionale dell’olio di oliva e delle olive da tavola; 
  • Fissare e aggiornare le norme commerciali; 
  • Adoperarsi per il miglioramento della qualità.

Le decisioni del COI hanno valore di coordinamento e suggerimento per le norme di cui gli Stati o le Comunità di Stati vogliono dotarsi.

Per quanto riguarda l'Europa è la COMUNITA' EUROPEA a dettare le regole generali riguardanti le definizioni, le caratteristiche e la commercializzazione degli oli di oliva. Ogni Stato appartenente ad essa ha poi la facoltà di emettere norme ma non devono essere in contrasto con quelle europee e non devono in alcun modo limitare la libera circolazione delle merci europee sul territorio comunitario.

Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una clausola di esclusione di responsabilità. Qualora dovessero essere segnalati degli errori, si provvederà a correggerli. L'ONAOO non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda le informazioni contenute nel sito. 

© Copyright 2013 - O.N.A.O.O. - All Right Reserved - Project by GM Servizi Srl
P.IVA 05006011000 - C.F. 91003470084